Tv Pressing in Marocco in maglia Avis. Entro breve una partita nella Marca contro la violenza di genere

Una delegazione di giornalisti trevigiani e veneziani ha visitato nei giorni scorsi le città di Marrakesh e Agadir, nel nord-ovest del Marocco. Un’occasione per rinsaldare un legame di amicizia e collaborazione che TvPressing, rappresentativa di giornalisti-calciatori delle due province che porta il logo Avis sulle maglie, ha da tempo instaurato con i rappresentanti della comunità marocchina del Veneto.

L’occasione è stata la partecipazione al Festival del cinema di Agadir, dedicato quest’anno all’immigrazione: un momento importante di riflessione non solo sulle dinamiche legate ai flussi tra Africa ed Europa, ma in genere al tema spesso drammatico dello spostamento delle persone.

“Dall’incontro e dalla conoscenza nasce il rispetto reciproco – sottolinea Abdallah Kherzaij, esponente di spicco della comunità marocchina in Veneto – e pensiamo sia particolarmente importante che persone che hanno il compito di informare conoscano “sul campo” la realtà del nostro Paese”.

Della comitiva faceva parte anche Paolo Gatto, “regista” di Suoni di Marca, seguitissima kermesse musicale della Marca. Proprio nel corso di questo viaggio ha preso corpo l’idea di organizzare, nell’ambito della manifestazione, un evento destinato a raccogliere fondi per ragazze marocchine che sono state vittime di violenza nella loro patria. Un’iniziativa significativa in un momento in cui in cui in Italia è caldissimo il dibattito sulla violenza di genere.

A Treviso sarà organizzata una partita tra TvPressing e una selezione di immigrati di varie nazionalità, con varie iniziative collegate per la raccolta di fondi. “L’obiettivo che ci proponiamo – spiegano il presidente di TvPressing, Tiziano Graziottin e Paolo Gatto – è di raccogliere una cifra adeguata per comprare un pulmino che permetta a queste ragazze – ora accolte in comunità alloggio – di spostarsi liberamente”.

Avis e Calcio Cavarzere, un sodalizio sempre più stretto per promuovere il dono del sangue fra giovani e atleti

Continua il rapporto di collaborazione-propaganda tra l’Avis comunale “G. GUARNIERI” di Cavarzere e Cona  e la Società di calcio A.S.D. Calcio Cavarzere che si rinnova anche quest’anno tramite la donazione di 150 kit per allenamento distribuiti a tutti gli iscritti dai pulcini e fino alla prima squadra che milita nel campionato di prima categoria girone D Veneto.

L’obiettivo, come riportato nella lettera di accompagnamento che il Presidente della sezione Paco Massaro ha inserito nella confezione, è quello di fare entrare nelle famiglie il messaggio di solidarietà della donazione  intesa come regalo di vita a chi si trova nelle condizioni di bisogno.  Nella giornata del 1° ottobre il Presidente ha provveduto personalmente alla consegna del kit ai ragazzi dell’attività di base mentre, precedentemente,  era stato il Presidente Onorario Cav. Luigi Sturaro a consegnarla alle squadre che fanno attività agonistica. Lo scorso anno la collaborazione si era concretizzata con la donazione di una muta di maglie da gioco che la squadra allievi continua a sfoggiare con orgoglio  durante le gare  del campionato regionale che si svolge nei campi delle province di Venezia, Padova, Rovigo, Vicenza, Verona e che trova sempre parole di apprezzamento da parte del pubblico che assiste alle gare. Trovare un modo nuovo, utile, incisivo, per raggiungere con un messaggio i potenziali  donatori è l’obiettivo della promozione sportiva. La speranza è che con la collaborazione dei bambini che già nelle scuole seguono attività di propaganda,  futuri donatori del domani, si possa fare breccia  nell’animo degli adulti  per cercare di sopperire a una esigenza sanitaria che trova sostegno solo nel volontariato. La donazione è un gesto di generosità verso un ignoto prossimo, il modo di condividere se stessi con un altro. Questo il  messaggio che si vuole dare,  restando vicini al mondo dei bambini e alle loro famiglie con l’obiettivo di scrollarsi di dosso false paure per proiettarsi in un domani più sereno e sicuro per tutti.

Il presidente Avis Cavarzere, Paco Massaro, consegna le maglie ai giocatori.
E le tute…
Il presidente onorario Avis Cavarzere, Luigi Sturaro con i presidente del Calcio Cavarzere Giuseppe Marchesin.

 

Morgano (Tv): Avis contro amministratori per la distrofia muscolare

La seconda edizione dello “Squero Party” quest’anno ha fatto da sfondo all’evento benefico “Goal for Duchenne”. Il 26 agosto, agli impianti sportivi di Morgano (Tv), Avis e Pubblica amministrazione si sono simpaticamente sfidate “all’ultimo sangue” per sostenere la ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne, soprattutto per il piccolo Marco, padrino onorario della serata, e di altre persone che combattono questa dura battaglia.

In un epico scontro calcistico si sono confrontati in maglia verde l’assessore regionale al turismo Federico Caner, il presidente della Provincia di Treviso Stefano Marcon, sindaci e rappresentanti delle Amministrazioni comunali di Morgano, Resana, Treviso, Preganziol, Quinto di Treviso, Spresiano e Castelfranco Veneto contro i volontari dell’Avis comunale di Morgano, in maglia bianca. Una partita entusiasmante, culminata con una schiacciante vittoria a favore dell’Avis, per 5 a 2! I

n questo contesto i volontari della “Duchenne Parents Project” hanno avuto l’occasione di sensibilizzare la popolazione, accorsa in gran numero, su questa particolare malattia e su cosa comporti, portando anche il punto di vista dei genitori stessi. Una serata che ha permesso anche all’Avis di essere molto visibile e di raccogliere nuove promesse di donazioni, grazie alla presenza del gazebo informativo gestito dai ragazzi del Gruppo Giovani Avis provinciale Treviso.

Questi eventi sono l’occasione con cui si costruisce una rete solidale fra gli stessi avisini, in cui si va oltre i meri confini geografici e si realizza di fatto un’Avis sempre più coesa, creativa e solidale a livello intercomunale. Un’ottima modalità attraverso cui sensibilizzare le persone su quanto sia necessario adoperarsi per gli altri, sottolineando che anche un piccolo aiuto può fare la differenza.

Jacopo Scattolin

Memorial Rugby “Nicola Prati” con Avis Verona e Rugby Club Valpolicella

Si è svolta domenica 11 giugno presso i campi di San Pietro Incariano la terza edizione del Memorial Nicola Prati, torneo organizzato dal Rugby Club Valpolicella in collaborazione con AVIS Provinciale , Comunali di Verona, S. Giovanni Lupatoto, S.Pietro Incariano e dedicato alla memoria di Nicola Prati, giovane scomparso nel 2014 e che ha reso possibile l’ avvio della proficua collaborazione tra l’Associazione Donatori e la società giallorossa del Presidente Sergio Ruzzenente.

L’appuntamento si è articolato come da tradizione in un torneo di rugby a sette per le categorie Under 16 e Under 18. Rispetto allo scorso anno, sono state ben quattro le nuove formazioni partecipanti, a testimonianza della crescente importanza dell’appuntamento: il Memorial Prati è infatti stato inserito nel circuito sperimentale di Rugby Seven organizzato dal Comitato Regionale Veneto. A trionfare sono state il San Donà in Under 16 e il Valsugana in Under 18.

Il rugby Seven, disciplina che si gioca nel tradizionale campo da rugby ma con appena 7 giocatori invece di 15, sta prendendo sempre più piede in Italia. Considerato una palestra per insegnare ai ragazzi abilità di base come passaggi e corsa nello spazio, è l’attività ideale nella stagione estiva quando i campionati sono conclusi.

La partnership tra AVIS e Rugby Club Valpolicella prosegue da ormai tanti anni e si consolida stagione dopo stagione. Volontari dell’Associazione, guidati in prima fila da Ezio Aldrighetti, responsabile del rapporto tra le due realtà, sono sempre presenti sugli spalti del Comunale di Via Tofane in occasione delle partite della Prima Squadra del Santamargherita e sono sempre a disposizione di tifosi e appassionati per sensibilizzare sull’importante tema della donazione, che ha visto negli anni diversi giocatori del Valpolicella attivi in prima persona. Oltre a questo, ogni anno si rinnovano gli appuntamenti con i giovani ragazzi Juniores per sensibilizzarli ed educarli alla donazione.

Nella foto, da sinistra: la presidente dell’Avis di Verona comunale, i genitori di Nicola, l presidente del Rugby Club Valpolicella, un rappresentate  del RCV, Ezio Aldrighetti, “motorino” dell’Avis e fra gli organizzatori della manifestazione e due collaboratori.

 

 

Calcio a 7 memorial “Zarpellon” a Bassano vince il Trentino ai rigori

È il Trentino-Borgo Valsugana-Tesino ad aggiudicarsi il 7° Torneo interregionale Avis-Forze Armate, organizzato da Avis regionale Veneto (con la poderosa collaborazione dell’Avis Comunale SantaCroce-Bassano), che quest’anno si svolto in terra vicentina. La giovane squadra trentina si è imposta in finale (ma solo ai rigori) sui campioni uscenti della Comunale di Venezia che avevano vinto la scorsa edizione. A premiare i neo campioni il sindaco di Bassano Riccardo Poletto (de sempre donatore Avis, Admo e Aido) che ha voluto sottolineare come il Comune di Bassano sia stato uno dei primi del Veneto a introdurre l’assenso alla donazione di organi e tessuti tramite il rinnovo della Carta d’Identità.

Il Torneo dedicato alla memoria di Giuseppe Zarpellon, primo presidente dell’Avis Bassano scomparso un paio d’anni fa, rientrava nelle manifestazioni per la giornata Mondiale del Donatore di Sangue (14 giugno). Ha visto impegnate 9 squadre che si sono affronate in due gironi di qualificazione. Cinque le formazioni “avisine”, da tre Regioni (Veneto, Friuli e Trentino) e 4 in rappresentanza delle Forze Armate. I gironi avrebbero dovuto essere di 5 squadre ciascuna, ma all’ultimo momento c’è stata la defezione della Provinciale di Treviso. Ecco i gironi e le squadre partecipanti.

GIRONE “A” : Avis comunale Venezia, 7° Reggimento Alpini, 5° Reggimento “Superga”, 85° Reggimento F. “Verona”;

GIRONE B”: Avis provinciale Udine, Avis regionale Trentino, 4° Reggimento Genova Cavalleria, Avis comunale Maser, Avis Bassano del Grappa.

Il Trofeo “Memorial Giuseppe Zarpellon” si è svolto presso i campi sportivi dell’Oratorio P. G. Frassati a Santa Croce di Bassano del Grappa. La finale per il terzo e quarto posto ha visto prevalere l’85° Reggimento F.Verona sulla new entry Comunale di Maser, ma solo ai rigori. Si è scelta questa formula infatti a causa del maltempo che nel pomeriggio era intermittente. La finalissima, invece, si è svolta regolarmente ed è finita nei tempi regolamentari in parità 1-1. Anche qui sono stati i rigori a decidere la vittoria.

Nel link tutte le immagini

 

DSC_0410 DSC_0337 DSC_0357 DSC_0398 

Passaggio consegne alla Consulta giovani. Tornano le Avisiadi a settembre

Sara Iob Francesco Marchionni
Sara Iob e Francesco Marchionni

Passaggio di testimone alla Consulta Giovani di Avis nazionale. La coordinatrice nazionale Sara Iob, 23 enne friulana eletta nel 2013, ha lasciato l’incarico per nuovi impegni di lavoro. A guidare la Consulta fino alle prossime elezioni, nel settembre del 2017, sarà Francesco Marchionni, di Aprilia (Latina) già componente della Consulta stessa (per l’Area Lazio).

Un avvicendamento veloce e che di fatto non cambia molto, perché Sara continuerà a dare una mano. “Siamo abituati a lavorare sempre in squadra e tutti insieme”, hanno spiegato entrambi in un’intervista al nostro periodico a margine dell’assemblea di Avis nazionale.Per ora la Consulta (di cui fanno parte anche i due giovani veneti Federico Marangoni e Kevin Costa, del veronese) sta lavorando ad alcuni importanti eventi. Prevista infatti tutta una serie di iniziative per festeggiare con idee innovative e originali il 90° di fondazione dell’Avis nazionale che cadrà nel 2017: “perché non diventi un semplice traguardo, ma un passaggio, una nuova partenza per il rilancio della nostra grande Associazione”.

Avisiadi2010
Avisiadi2010 – Sulmona
Avisiadi2006
Avisiadi2006 – Sportilia
Avisiadi2006:2
Avisiadi 2006
Avisiadi2006:3
Avisiadi 2006
Avisiadi2006:1
formazione Veneto – Avisiadi 2006

Uno degli avvenimenti, vero è proprio “prologo” del 90°, sarà l’organizzazione delle Avisiadi 2016. Si svolgeranno a Milano, che le ospiterà grazie alla vittoria della rappresentativa del giovani della Lombardia nell’ultima edizione del 2010 (foto) svoltasi a Sulmona. Fu infatti l’Abruzzo, nel 2006 prima edizione delle “Avisiadi moderne” (altre due edizioni si erano svolte all’inizio degli anni ’90) ad aggiudicarsi i giochi nell’anno degli ultimi Mondiali di Calcio vinti dall’Italia a Sportilia (Forlì-Cesena). Pubblichiamo alcune immagini dell’epoca con la nostra rappresentativa Veneta che, pur sparuta e unica formata al 50% da ragazze, si comportò con onore. A rinforzarla nel torneo di calcetto furono chiamati addirittura un lombardo (il neo addetto stampa di Avis nazionale Filippo Cavazza) e un ragazzo “prestato” dalla Calabria.

Michela Rossato – Foto Beppe Castellano

 

I 50 anni dell’AC Ponte nelle Alpi: tra sport e solidarietà

Cinquant’anni si compiono una volta sola e, nel caso di una società sportiva, è un traguardo ragguardevole. L’AC Ponte nelle Alpi ha voluto celebrare questo evento dedicando una intera serata al volontariato. Lo scorso 4 giugno, nella cornice del Palamares, tre importanti associazioni di donatori si sono presentati a famiglie ed atleti illustrando le proprie attività. I rappresentati di Abvs, Admo e Aido (rispettivamente donatori di sangue, midollo osseo e organi), hanno quindi potuto spiegare cosa significa donare una parte di se. Ciò anche grazie alle forti testimonianze di chi del dono ha avuto esperienza in prima persona: sia come donatore che come ricevente. L’Abvs, rappresentata dal vice presidente Bruno Lavina, supportato dalla presenza dei volontari delle sezioni di Ponte nelle Alpi – Soverzene e di Col di Cugnan, ha avuto come testimonial d’eccezione Roberto Padrin, già protagonista di una fortunata campagna di sensibilizzazione alla donazione.

Barbara Iannotta

2015-06-04 20.41.38

2015-06-04 20.32.00

2015-06-04 20.27.46

2015-06-04 20.27.30

2015-06-04 20.27.08

2015-06-04 20.26.50

Domenica 2 settembre: Raduno ciclistico regionale Avis Veneto

Torna in provincia di Treviso, dopo l’edizione di Sommacampagna nel 2014, la tradizionale biciclettata ecologica-Raduno ciclistico regionale Avis. Si svolgerà domenica 2 settembre, in concomitanza con il mese in cui si svolge la “Giornata del donatore” di Castelfranco Veneto e del sessantesimo della fondazione della stessa Comunale. Il ritrovo è previsto

 presso la Piazzetta del donatore (davanti al Palazzetto dello sport) di Castelfranco alle ore 8, per l’iscrizione (10 euro) e la consegna della maglia ciclistica ufficiale. La partenza è prevista alle ore  8.30 con direzione Possagno, passando per Riese Pio X, Pagnano, Fonte Alto, Paderno e sosta al Tempio di Possagno per una foto di gruppo e una bicchierata offerta dal gruppo Avis di Asolo. Da qui si ripartirà passando per Castelcucco, Asolo centro, Altivole, Riese Pio X e con arrivo a Castelfranco. Seguirà un buffet per tutti i partecipanti e premi alle società più numerose. Si ricorda che alla pedalata possono partecipare solo persone maggiorenni e che la manifestazione è coperta da assicurazione. Organizzano Gruppi ciclistici Avis di Castelfranco ed Asolo, in collaborazione con Avis regionale.

Calcio solidale: giornalisti in carcere a Treviso, battuti dai detenuti

TvPressing… in carcere! La squadra dei giornalisti della Marca è entrata nella casa circondariale di Santa Bona aTreviso per affrontare una rappresentativa di detenuti della sezione penale. È accaduto domenica 17 maggio, su iniziativa del direttore del carcere trevigiano, Francesco Massimo: giornalisti e detenuti si sono affrontati in una splendida mattinata di sole nel campo interno della struttura.

Le due formazioni, in rosa i giornalisti
Le due formazioni, in rosa i giornalisti

Hanno vinto i detenuti (e non avevamo dubbi, vista la forma fisica dei colleghi sempre alla scrivania…) ma al di là del risultato: “è stata un’occasione di vicinanza a chi sta scontando una pena – sottolinea il presidente di TvPressing, Tiziano Graziottin – ma che non per questo merita di essere dimenticato”. Da parte sua, il direttore Massimo ha sottolineato: “Non avete nemmeno idea di quanto importante sia per questi ragazzi la vostra presenza qui”.

La squadra dei giornalisti è testimonial Avis (con logo su tutte le maglie da oltre un decennio) e anche quest’anno sostenuta da Astoria Vini e Ristorante Da Celeste. TvPressing parteciperà poi a un’iniziativa benefica domenica 24 maggio, allo stadio comunale di Conegliano. Il team affronterà una squadra locale e il ricavato della partita, preceduta da una sfida tra sei squadre di pulcini e conclusa da un’asta benefica, andrà all’associazione “Oltre il labirinto” che ha creato a Godega Sant’Urbano una struttura unica in Italia per ragazzi e adulti autistici e a supporto di famiglie e volontari che li assistono.

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it