A Lupia Poianella l’Avis ha fatto 30!

Trent’anni è una ricorrenza importante per un’Avis comunale, che va a celebrare l’evento consapevole che può essere uguale a tanti altri, ma che sono i “suoi” primi trenta e vanno festeggiati alla grande. Lo meritano anche tutti quelli che si sono impegnati nel tempo perché quell’Avis nascesse, perché i donatori si sentissero a casa propria e per spingere molti a voler entrare in quella bellissima casa.

Ecco perché a Lupia Poianella è stata festa grande, il 15 luglio. Dopo la SS. Messa, tutto si è svolto sotto la tensostruttura a  Poianella preparata per la sagra paesana e messa a disposizione  dalla Pro loco.

Dopo il pranzo sociale ed uno spettacolo di cabaret, presente anche il presidente dell’Avis provinciale di Vicenza, Marco Gianesini, sono state conferite le benemerenze ai donatori che hanno raggiunto i vari traguardi donazionali. Tutti sono stati chiamati e fatti salire sul palco: da chi ha ricevuto il distintivo  delle otto donazioni a chi ha ricevuto la benemerenza delle cento donazioni, perché la Comunale di Lupia e Poianella trova corretto dare lustro e visibilità per una sera a persone che compiono il gesto di donare senza proclami né suoni di tromboni o grancasse. Molti contestano tale veduta, ma noi siamo convinti che ci siano molti cialtroni e ciarlatani che salgono su palchi o carri dove trovano visibilità e lustro senza meritare niente, soprattutto se politici o esponenti di qualsiasi ente e anche associativi. Un atteggiamento talvolta registrato anche in Avis, purtroppo. Noi riteniamo opportuno valorizzare i veri atteggiamenti di solidarietà e gratuità.

Enrico Iseppi

Nelle foto i premiati con le 50 donazioni: Battistella Antonia, Chemello Renato, Clavello Renato, Contro Giuliano, Iseppi Demetrio, Masiero Flaviano, Miotti Pierangelo, Gonzato Stefano. Con le 75: Barcaro Flavio, Giusmin Severino, Parise Luigi. Con le 100: Bigarella Vittorino, Iseppi Enrico.

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it