Servizio Civile in Avis, 15 posti in Veneto: “ci fa crescere umanamente”

I ragazzi del Servizio Civile 2016/2017. Zineb la prima da sinistra.

È stato pubblicato giovedì 25 maggio il Bando Nazionale di Servizio Civile 2017 con scadenza il 26 giugno 2017 alle ore 14:00. È aperto a tutti i giovani dai 18 ai 28 anni che vogliano effettuare un anno di esperienza nelle nostre Avis.

Per il Progetto “Un anno con l’Avis”, 15 in totale sono i posti riservati alle Avis del Veneto. Due saranno impiegati a Treviso, presso la sede REGIONALE. Quattro le Avis provinciali del Veneto che hanno fatto richiesta di avere giovani del Servizio Civile come supporto per le proprie attività: Padova, Rovigo, Venezia e Verona (due giovani per ciascuna Provinciale), anche tre Avis comunali sono nell’elenco del Ministero: Avis comunale San Donà di Piave (1 volontario), Avis comunale di Verona (2 volontari), Avis comunale di Rovigo (2 volontari). Ai selezionati che presteranno servizio per 12 mesi verrà corrisposto dal Ministero un assegno mensile di 433 euro. In Italia i posti di Servizio Civile riservati al progetto Avis sono in tutto 388.

La scadenza per la presentazione delle domande ad AVIS Nazionale è il 26 giugno alle ore 14:00 ed è improrogabile. Ricordiamo che non fa fede il timbro postaleSul sito www.avis.it, i giovani interessati possono reperire tutte le informazioni utili a presentare la propria candidatura. Per candidarsi bisogna fare riferimento esclusivamente alla modalità di iscrizione predisposta da AVIS Nazionale. Le domande che dovessero pervenire in AVIS Nazionale in forma incompleta, errata o con modalità differenti da quelle previste dal Bando stesso, NON potranno essere in alcun modo prese in considerazione.

Il Servizio Civile rappresenta un’opportunità per le AVIS per avere dei giovani che possono dare un aiuto operativo, ma anche e soprattutto per i giovani che abbiano voglia di “fare” nel mondo del volontariato e del volontariato del Dono in particolare.

“Perché” svolgere il Servizio civile in Avis lo abbiamo chiesto a Laura Cendron, 29 anni, e Zineb Wahmane, 25 anni. La prima ha svolto il Servizio Civile in Avis regionale nel 2015/2016 e collabora ancora oggi con la Segreteria regionale in sostituzione di una maternità. La seconda è nata in Marocco, in Italia da 22 anni sta svolgendo attualmente Servizio sempre presso l’Avis regionale a Treviso.

I ragazzi del Servizio Civile 2015/2016 durante il corso di formazione. Laura Cendron è la prima accosciata da destra.

Laura Cendron: “Il Servizio Civile in Avis è stata per me un’occasione per conoscere i retroscena di un Associazione tanto complessa quanto indispensabile per tutte quelle persone che ogni giorno hanno bisogno di sangue. Grazie al Servizio Civile ho potuto “toccare con mano” il mondo che sta dietro al semplice gesto della donazione: volontari, organizzazione, competenze, sacrifici, ma anche formazione, scuola, ricerca”.

Zineb Wahmane: “Avis in particolare perché offre un “servizio” di raccolta di sangue per gli ospedali che si dà per scontato ma che in realtà è garantito dalla buona volontà dei volontari. In Avis entri in contatto con persone che dedicano il loro tempo all’aiuto del prossimo e acquisisci una sensibilità verso tematiche che forse non avevano mai attirato la tua attenzione. Sei di conseguenza stimolato ed ispirato da persone che considerano il dono del loro tempo e del loro impegno come qualcosa che fa bene agli altri ma che soprattutto fa sentire bene loro. E rendersi utili in un contesto del genere, dove sei circondato da persone che ancora credono nell’aiuto reciproco tra esseri umani non può far altro che farci crescere umanamente”. (B.C.)

Nella foto da sinistra a destra Laura, Zineb e la capo Segreteria Nives Fava

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it