80ª Assemblea nazionale Avis. Approvato lo Statuto della nuova Fondazione

Dono e Vita

Era certamente uno dei punti fondamentali dell’intera Assemblea nazionale Avis, l’80ª, svoltasi a Mantova dal 20 al 22 maggio: l’approvazione dello Statuto della nuova Fondazione Avis. Un tema che ha fatto discutere, anche animatamente, le Avis a vari livelli nell’ultimo anno, Lo Statuto della Fondazione Avis, che verrà ora inviato alla Prefettura di Milano per l’eventuale approvazione governativa (o i suggerimenti di variazione di alcuni punti) è stato definitivamente approvato nella mattinata di domenica 22 maggio. I rappresentanti delegati di tutti i soci Avis italiani (oltre un milione 320mila) hanno votato punto per punto i 16 articoli che compongono lo Statuto e l’articolato intero. Oltre tre quarti, una media fra il 75 e l’80% dei delegati, i voti favorevoli che si sono discostati di pochi punti da un articolo all’altro.

DSC_5107
Vincenzo Saturni, presidente nazionale Avis

Lo Statuto, come ha ribadito più volte in questi mesi il presidente nazionale Vincenzo Saturni – sottoscrivendone l’impegno con la replica finale – nel caso venga variato dalla prefettura negli “articoli di sostanza” (in particolare l’art.10) DOVRA’ TORNARE all’esame sia del Consiglio nazionale, sia soprattutto dell’Assemblea che, sovrana in democrazia, l’ha licenziato. Decisiva l’insistenza su questa linea di alcune Regionali fra cui il Veneto. All’interno della delegazione veneta il confronto su questo tema è stato molto acceso e franco fra i delegati espressi dalle Provinciali Avis.

DSC_5178
Gino Foffano, presidente Avis regionale Veneto nel suo intervento

Questo fino alla sintesi e alla linea comune concordata dal Presidente regionale Gino Foffano, che guidava la delegazione e che ne ha annunciato il voto favorevole nel suo intervento. Ma che cosa è e a che cosa servirà la nascente Fondazione Avis?

Riportiamo dall’organo ufficiale di Avis nazionale “Avis Sos news” distribuito nei giorni dell’Assemblea:

“La Fondazione sarà coinvolta nel coordinamento e nella promozione di ricerche in diversi ambiti come la sociologia, la psicologia, la statistica, il marketing sociale, la medicina, l’economia, le scienze giuridiche, il marketing sociale e tanti altri ancora.

“Il fenomeno della donazione, della gratuità e della disponibilità verso gli altri – si legge nella relazione morale del Consiglio nazionale letta da Saturni in apertura dei lavori – è oggetto di numerose ricerche sia a livello nazionale sia internazionale (propensione alla donazione, azione proattiva, stili di vita sani e positivi, aspetti demografici ed immigrazione). La forte connotazione sanitaria della nostra attività e la missione di AVIS – prosegue la relazione – indicano la possibilità di essere parte attiva e propositiva per analisi approfondite”.

Da qui la proposta di dare vita a un soggetto in grado di coordinare, sostenere e realizzare ricerche “fondamentali oggi per avviare dibattiti di rilievo sugli argomenti che ci coinvolgono, orientando le scelte di un sistema sanitario e di welfare in profonda evoluzione”. Organismo tecnico-consultivo della Fondazione sarà un Comitato Etico Scientifico, che avrà funzioni tecnico-consultive in merito al programma annuale delle iniziative da realizzare.

Beppe Castellano

DSC_5182
La folta, e sempre puntualmente presente in sala, delegazione di Avis Veneto

 

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it