De Longhi Treviso Basket e Avis provinciale insieme vanno a canestro

L’Avis provinciale di Treviso e la De’ Longhi Treviso Basket “faranno canestro” insieme sul parquet del Palaverde. Grazie ad una duplice iniziativa, infatti, giovani e sportivi saranno sollecitati alla donazione del sangue, ma anche coinvolti in una grande giornata di festa e divertimento.

La prima iniziativa è rivolta ai soci Avis: da domenica 22 marzo a sabato 4 aprile, tutti i donatori nuovi iscritti e i già donatori con un’età compresa tra i 18 e i 45 anni che doneranno sangue o plasma presso i Centri trasfusionali degli ospedali della provincia o le unità di raccolta periferiche riceveranno (se lo desiderano) un biglietto gratuito per la partita di Treviso Basket che si giocherà il 12 aprile alle 18 a Villorba (campionato Serie A2 Silver).

La seconda iniziativa è rivolta a tutti: domenica 12 aprile, la partita del Treviso Basket si trasformerà, infatti, in una grande festa con tre momenti speciali: i giocatori entreranno con la maglietta Avis, un gioco coinvolgerà il pubblico durante l’intervallo con l’animazione di una mascotte avisina a forma di “goccia” e i volontari raccoglieranno promesse di donazione (di sangue) fra gli spettatori.

Sarà una grande giornata di festa, sport e solidarietà, insieme per sensibilizzare al dono – spiega la presidente dell’Avis provinciale, Vanda Pradal È importante in questo momento promuovere e ricordare alle nostre comunità il bisogno di donare: il più debole, l’ammalato ci conta”. Per Avis e per la sanità trevigiana è questo un momento molto delicato, perché da inizio anno si registra un calo di donazioni che non deve fare abbassare la guardia.

L’iniziativa è stata pensata per sollecitare i nostri soci al dono e far conoscere e invitare chi ancora non è donatore a diventarlo. E’ necessario avere nuovi donatori che vadano a sostituire chi per raggiunti limiti di età o per altro motivo non può più donare. Mi auguro che anche questa iniziativa possa contribuire a non far mancare il nostro dono a chi ci conta”.

Una mano la sta dando la squadra del Treviso Basket, che grazie alla propria disponibilità e sensibilità verso l’argomento, influenzerà molto l’avvicinamento del mondo giovanile alla donazione del sangue e all’Associazione “facendo leva sull’attrazione che lo sport esercita soprattutto nel territorio trevigiano”, sottolinea la Commissione Eventi di Avis provinciale.

Un’occasione per parlare di dono al nostro pubblico che è per lo più giovane – dichiara Andrea Gracis, GM De’ Longhi Treviso Baskete per farci conoscere meglio, visto che siamo una realtà nuova, pur nella continuità con il passato. Proveremo a portare tutta la squadra e il Direttivo a diventare donatori”.

Dato che l’ho fatto anch’io, consiglio ai giovani di provare la donazione di sangue, perché aiuta chi ha bisogno e fa stare bene con se stessi – sono le parole del capitano della Treviso Basket, Agustin Fabi, che ha donato per la prima volta in Argentina – avevo paura dell’ago, ma mi sono fatto forza sull’esempio dei miei compagni di squadra e perché c’è chi in famiglia aveva avuto bisogno di sangue. Fatelo tutti, è un gesto importante e vale più di qualsiasi canestro. E’ un gesto per la vita”.

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it