L’Europa non è solo finanza: l’Anno del Cittadino Europeo

.

L’idea di Europa che passa in questi mesi è quella di un’Europa che sembra tale solo dal punto di vista economico-finanziario, al punto che il cittadino medio ha più presente l’esistenza della Banca centrale europea che quella del Parlamento Europeo o dell’ancora più sconosciuto Consiglio d’Europa.

È proprio per rafforzare questa idea dell’essere cittadini d’Europa e per ridare pienamente valore al significato dell’unità europea calata nella quotidianità di ogni cittadino membro, che il 2013 è stato proclamato dal Parlamento e dal Consiglio europeo “Anno europeo dei cittadini”. A vent’anni dall’introduzione della cittadinanza europea, entrata in vigore con il Trattato di Maastricht , nei mesi scorsi si è svolta un’ampia consultazione pubblica per rilevare i problemi incontrati dai cittadini nell’esercizio dei diritti legati alla cittadinanza europea, che costituirà la base di riflessione e di promozione di azioni mirate nel corso di tutto l’anno appena iniziato nell’ambito di dibattiti pubblici previsti in tutti gli stati membri.  I contributi ricevuti, attualmente in fase di esame, contribuiranno infatti alla relazione sulla cittadinanza europea che sarà pubblicata il 9 maggio 2013.

L’“Anno europeo dei cittadini”, che è stato inaugurato il 10 gennaio a Dublino in concomitanza con l’inizio della presidenza irlandese del Consiglio, avrà tra l’altro il compito di delineare l’idea di futuro che l’Europa intende darsi non solo per affrontare l’attuale crisi economica ma come istituzione forte, in grado di dare un contributo fondamentale alle sfide epocali che ci attendono.

.

Le manifestazioni previste in questo anno metteranno in risalto le politiche e i programmi esistenti e spiegheranno ai cittadini come beneficiare direttamente dei diritti dell’Unione.

Sfruttando al massimo gli strumenti e il materiale disponibili (siti internet, portali, video, opuscoli, eventi ecc.), l’Anno europeo lancerà una campagna di comunicazione e di sensibilizzazione che intende far conoscere gli strumenti partecipativi e informativi esistenti nelle diverse lingue in grado di rispondere alle preoccupazioni dei cittadini e di incidere sulla vita di tutti i giorni.

Francesco Magarotto

 

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it