Nuovo labaro per la nuova Avis di Bassano, con madrina d’eccezione

La benedizione del labaro
È nato con una buona (e bella) “stella” il nuovo labaro della giovane Avis di Bassano del Grappa. Domenica 18 marzo, in una splendida giornata con folta cornice di pubblico e di donatori Avis e Rds, si svolto presso le chiesa dell’Esaltazione di Bassano del Grappa la benedizione del labaro della neonata Avis comunale Santa Croce di Bassano del Grappa. Un’Avis che è nata già “nutrita” con 40 soci fondatori a luglio 2011 raggiungendo in breve oltre 250 soci. Ha sede presso l’ospedale San Bassiano e per mettersi in contatto con la dirigenza (presidente è stato eletto Giuseppe Zarpellon) basta comporre il 366 9421639.

Un momento della cerimonia con le autorità

La bella cerimonia si è svolta alla presenza, fra gli altri, dell’assessore Regionale Elena Donazzan, dell’ex onorevole Luigi D’Agro, dell’assessore comunale Sig.ra Lorenza Breda e di Mauro Beraldin, presidente del consiglio comunale di Bassano. Non mancavano i dirigenti avisini, dal Presidente Regionale Avis Alberto Argentoni insieme al vice Francesco Joppi a quello dell’Avis provinciale Enrico Iseppi. Presenti al “battesimo” del labaro numerose consorelle Avis della provincia e anche provenienti da fuori provincia e fuori regione come Celle Ligure, Borgo Valsugana e Teolo. Accompagnati dalla banda Monte Grappa degli Alpini, avisini e ospiti hanno dato inizio alla sfilata dall’ oratorio Frassati fino al monumento ai caduti dove è stato deposta una corona di fiori.

Le consorelle presenti
È poi seguita la celebrazione liturgica durante la quale il parroco  Don Paolo Traverso ha sottolineato la generosità con cui i donatori si mettono al servizio di chi soffre e ha benedetto il nuovo labaro. Un labaro con una particolarità: sul retro porta infatti ricamato anche il celeberrimo Ponte degli Alpini. I festeggiamenti sono proseguiti nell’oratorio Frassati dove il neo presidente Zarpellon ha ringraziato tutti i presenti e le autorità intervenute hanno espresso la loro felicitazione del nuovo gruppo sottolineando l’importanza del volontariato che sarà al centro dell’attività della “giovanissima” Avis comunale.

La “madrina” e testimonial Monica Vallerini
A proposito di gioventù, bellezza e professionalità era impossibile non notare (e per noi non citare) la madrina d’eccezione della nuova nata. Si tratta di Monica Vallerini, nota attrice bassanese (nata però a Cittadella) che ha al suo attivo numerosi parti in tanti film e fiction televisive fra le quali “Un Medico in Famiglia” e “Don Matteo”. E un’Avis che nasce in compagnia delle “stelle”, altro non può avere che un futuro… stellare. Benvenuti agli amici bassanesi nell’immensa famiglia avisina e i migliori auguri di buon lavoro (e di tante donazioni) da parte di tutte le consorelle e della Redazione di Dono&Vita.

 

 

 

 

Inizia a Donare per salvare una VitaDona su AvisVeneto.it